Curcuma nei cosmetici: descrizione, utilizzo e proprietà per la bellezza

Buongiorno e bentornata! Come accennato dal titolo, oggi ti parlerò di una spezia sempre più diffusa e sempre di più largo consumo, la Curcuma, specificando le sue destinazioni d’uso , descrivendo le sue proprietà naturali e l’impiego nei cosmetici. Continua a leggere per tutte le informazioni!  

Curcuma: che cos’è e dove si usa

La Curcuma appartiene alla famiglia delle piante dette Zingiberaceae, la stessa famiglia di cui fa parte anche lo Zenzero.

In natura esistono diverse tipologie di piante di Curcuma, ma quella di maggior uso è la Curcuma longa, conosciuta anche con il nome di Zafferano delle Indie, ed è originaria della zona sud-orientale dell’Asia.

La spezia aromatica che ne se ricava, la Curcuma appunto, si presenta in un caratteristico colore giallognolo e si ottiene facendo bollire, con successiva essiccazione e macinatura, la radice della pianta (detto rizoma).

Viene usata principalmente come ingrediente culinario (soprattutto nella cucina asiatica) e come colorante alimentare. E’ utilizzata talvolta per la colorazione dei tessuti, anche se a riguardo non è molto rinomata perché ha la tendenza a scolorirsi con il calore solare.

Inoltre nella medicina tradizionale indiana, la Curcuma viene usata per la cura di abrasioni, contusioni e scottature della pelle.

Curcuma nei cosmetici: proprietà  e utilizzi

Non tutti sanno però che la Curcuma possiede anche particolari proprietà naturali, che possono trovare altrettante applicazioni nella cosmetica.

Per prima cosa, grazie alla sua elevata percentuale di Vitamina C, è un forte antiossidante e quindi aiuta a prevenire l’invecchiamento delle cellule. Inoltre il suo principio attivo, permette di mantenere la giusta idratazione della pelle.

Per tutte queste sue caratteristiche, la Curcuma può essere usata come elemento nella realizzazione di maschere viso fai-da-te, con lo scopo di ridurre le rughe e le imperfezioni cutanee, quali punti neri e acne, o nella realizzazione di maschere contro la peluria del volto.

La spezia inoltre può essere impiegata all’interno di miscele naturali destinate al lavaggio dei denti e/o dei capelli, ottenendo rispettivamente un effetto sbiancante per i primi e anti-forfora per quanto riguarda i secondi.

E per il periodo estivo una piccola chicca: la Curcuma può diventare l’ingrediente segreto per la preparazione di un olio che darà un doppio risultato, perché accentuerà il colorito dell’abbronzatura e renderà la pelle più tonica, soda ed elastica!

Solo un accorgimento importante prima di concludere: la Curcuma, come tutti i prodotti naturali, potrebbe causare allergie in soggetti predisposti, quindi si consiglia di prestare attenzione quando la si utilizza.

Se sei interessata a leggere altri articoli sugli ingredienti che è possibile trovare nei cosmetici, ti consiglio di cliccare su uno dei link qui sotto:

Hai mai utilizzato cosmetici alla curcuma? Come ti sei trovata? Diccelo lasciando un commento qui sotto!

Scritto da: Francesca L.

Blogger "seriale" amante di tutto ciò che è bellezza a 360 gradi. Adora la nail art, il make up e la cosmesi naturale. Si occupa di amministrare il blog e di selezionare il materiale per le pubblicazioni. Tra le sue passioni: il cinema, le serie tv e il caffè, ma non disdegna le serate tra amici e i giochi da tavolo.

Leggi tutti i post di Francesca L.

One Comment on “Curcuma nei cosmetici: descrizione, utilizzo e proprietà per la bellezza”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *